Centro Studi

Rotariani

 

VALORI CULTURA UMANITÀ

 

Centro Studi Rotariani
Valori, Cultura, Umanità

L’Associazione “Centro Studi Rotariani: Valori, Cultura, Umanità”
è stata costituita a Firenze il 5 Aprile 2017 dal past Director e Tesoriere
del R.I. Gennaro Maria Cardinale.

 

Un Centro Studi autonomo e indipendente, aperto a studiosi ed a coloro che sono interessati alla ricerca storica e filosofica di grandi Istituzioni, nella Prospettiva di una Nuova Realtà, oggi in stato di avanzata attuazione, e con la Testimonianza di fatti, opere e personaggi.

La Missione

In un’epoca in accelerata evoluzione che non è soltanto di mutamento, ma di una evidente mutazione sociale, è auspicabile che gli avvenimenti vengano interpretati e vissuti con prudenza ed equilibrio, rivolti a sostenere e diffondere i principi etici e culturali della convivenza pacifica. Oggi più che mai l’umanità ha bisogno di recuperare l’importanza dell’Umanesimo e in esso, i Valori aggreganti per un nuovo patto sociale internazionale.

Valori

L’Associazione “Centro Studi Rotariani: Valori, Cultura, Umanità” intende dare un contributo al processo di recupero dei Valori culturali con studi e ricerche sui Principi Fondamentali che hanno consentito lo sviluppo delle società, il progresso dell’umanità.

Cultura

L’Associazione intende dare un contributo al processo di recupero dei Valori culturali.

Umanità

L’Associazione sostiene una Raccolta Fondi permanente da utilizzare per contribuire alle operazioni di prevenzione nelle aree del nostro Paese colpite da calamità naturali.

L’Associazione è aperta a coloro che sono realmente interessati alla realizzazione degli scopi associativi, opera su base nazionale, ma si esprimerà anche in una dimensione internazionale, fonte essenziale per la comprensione tra le genti.

L’attività associativa, viene attuata su base volontaria, ed è estranea a qualsiasi riferimento politico e confessionale.

 

Mezzi di comunicazione

Il “Centro Studi Rotariani Valori Cultura, Umanità” dispone di un Sito www.centrostudirotariani.com e di tre riviste:

  • Prospettive

Organo Ufficiale che propone tematiche di proiezione;

  • Nuova Realtà

Periodico che osserva le innovazioni già consolidate del cambiamento della società;

  • Testimonianze

Collana che rinnova la memoria di personaggi o di eventi che hanno contribuito allo sviluppo culturale della Società.

Tutte le Riviste sono classificate con codice ISSN concesso dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

Biblioteca

È in corso la costituzione di una Biblioteca.

La Struttura Operativa

Il Consiglio Direttivo

definisce le politiche dell’Associazione.

Il Comitato Scientifico

è l’organo consultivo del Consiglio Direttivo ed ha la funzione di interfacciare l’Associazione con il mondo scientifico ed accademico.

Comitato di coordinamento con i Distretti italiani

Comitato per lo sviluppo dei Rapporti Internazionali

I Referenti Regionali

hanno la funzione di creare collegamenti con Istituzioni e Associazioni culturali, Università, Musei, Enti morali, e di attuare, su base regionale, le politiche definite dal Consiglio Direttivo.

 

I Dipartimenti di Studio e di Ricerca

sviluppano Studi e Ricerche in varie discipline per la realizzazione dello scopo associativo.

Al momento sono operanti i seguenti Dipartimenti:

Cultura

Patrimonio artistico e culturale

Ricerca Scientifica

Economia e Finanza

Ambiente

Giovani e Leadership

Sono allo studio i Dipartimenti:

Famiglia

Diritto

Sanità

Convegni

Fin dalla sua Fondazione il Centro Studi Rotariani si propone con Convegni rivolti a dibattere tematiche in linea con i cambiamenti in atto, siano essi generazionali o conseguenza di eventi eccezionali quali pandemie, mutamenti di indirizzi culturali tradizionali o consuetudinari.

Sono in fase sperimentale iniziative dirette a convogliare l’attività convegnistica in formato anche itinerante.

Le nostre Riviste

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) ha elargito alle nostre Riviste il codice ISSN (International Standard Serial Number) che viene concesso dopo aver verificato la conformità di una pubblicazione indipendente con i requisiti editoriali e di contenuto richiesti. Tali codici ISSN sono sequenze numeriche di banche dati che consentono di identificare, in modo univoco, le pubblicazioni in serie in Italia ed in ambito internazionale.

   

 


Marzo 2019


Giugno 2019


Novembre 2019


Ottobre 2020


Marzo 2021


Luglio 2021


Gennaio 2022


Giugno 2022


Gennaio 2023


Maggio 2023


Gennaio 2024

 

  


ANNO I – N. 1 – 2021


ANNO II – N. 2 – 2022


ANNO I – N. 1 – 2021


ANNO I – N. 2 – 2022


ANNO II – N. 1 – 2023


ANNO II – N. 2 – 2023

            

Appendice

Statuto

Regolamento

 

Regolamento dell’Associazione

“Centro Studi Rotariani: Valori, Cultura, Umanità

Articolo 1

Il Regolamento interno disciplina l’organizzazione dell’attività dell’Associazione ed i comportamenti delle persone che ne fanno parte, mediante la definizione dei diritti e dei doveri dei Soci. Il Regolamento viene proposto dal Consiglio Direttivo all’Assemblea dei Soci che delibera in base al quorum indicato all’articolo 11 dello Statuto dell’Associazione.

Articolo 2

Il presente Regolamento può essere modificato su proposta del Presidente o su richiesta del Consiglio Direttivo. Le modifiche sono sottoposte all’approvazione dell’Assemblea straordinaria.

Articolo 3

Il presente Regolamento è valido per i Soci attuali e futuri. Per quanto eventualmente non previsto si farà riferimento allo Statuto.

SEDE SOCIALE

Articolo 4

L’Associazione “Centro Studi Rotariani, Valori, Cultura, Umanità” ha la propria sede legale in Firenze, via Alessandro Guidoni 12, presso lo Studio Legale Bindi.

SCOPO DELL’ASSOCIAZIONE

Articolo 5

L’Associazione ha lo scopo di promuovere Studi e Ricerche storiche, culturali e professionali, tra i quali i Principi ed i Valori Fondamentali del Rotary Internazionale, al fine di stimolare un concreto interesse per la cultura, quale fonte primaria per un ordinato sviluppo della società.

ESERCIZIO SOCIALE

Articolo 6

L’esercizio sociale inizia il primo Gennaio e termina il 31 Dicembre di ciascun anno. Tutte le cariche sociali e dirigenziali sono a titolo gratuito e non possono essere erogate indennità, compensi, comunque determinati, o gettoni di presenza. Possono essere rimborsate solo le spese effettive sostenute per lo svolgimento dell’incarico, regolarmente documentate e preventivamente autorizzate dal Presidente.

IL PROPONENTE DI UN NUOVO SOCIO

Articolo 7

L’ammissione di un nuovo Socio ha inizio con l’assunzione da parte del Proponente delle responsabilità attinenti a tale funzione, dalla correttezza della documentazione richiesta, alla qualità morale e giuridica del candidato, alla sua disponibilità a partecipare attivamente alla vita sociale partecipando alle attività istituzionali, di cui al precedente articolo 5, ed altre eventualmente programmate.

IL SOCIO

Articolo 8

L’Associazione è aperta a tutti coloro che siano interessati alla realizzazione dello scopo sociale e condividano la necessità di recuperare i Valori tradizionali e l’impegno Culturale ed Umanitario. L’Associazione conferisce rilevante importanza al corpo sociale, e si attende che ciascun Socio partecipi alla vita associativa partecipando alle attività istituzionali (Convegni, Manifestazioni, Eventi), offrendo la propria collaborazione alla divulgazione degli scopi associativi e delle Riviste edite dall’Associazione, proponendo nuovi Soci, purché professionisti affermati nella propria attività, e versando con regolarità la quota associativa annuale. I Soci sono suddivisi su due categorie: – Soci Attivi, cooptati nei termini sopraindicati, – Soci Onorari, personalità del mondo culturale e professionale. Sono Soci Fondatori i cinque soci costituenti dell’Associazione.

AMMISSIONE DEI SOCI

Articolo 9

L’ammissione dei Soci è deliberata dal Consiglio Direttivo previa la disamina della documentazione fornita dal Socio Proponente quali: il curriculum vitae, la scheda anagrafica contenente tutti i riferimenti attinenti al candidato, la dichiarazione di accettazione e di osservanza dello Statuto e del Regolamento dell’Associazione. La delibera di ammissione da parte del Consiglio Direttivo è comunque subordinata al versamento della quota associativa annuale. I Soci Onorari sono ammessi su designazione del Presidente e l’approvazione del Consiglio Direttivo, durano in carica un anno rinnovabile e non hanno diritto al voto.

PERDITA DELLA QUALIFICA DI SOCIO

Articolo 10

Perde la qualifica di Socio: – il Socio che risulti inadempiente per il mancato versamento della quota annuale entro trenta giorni dalla data della relativa richiesta da parte del Tesoriere; – il Socio che difetti dei requisiti previsti per le ammissioni; – il Socio che non osservi quanto prescritto dal Codice Etico; – il Socio a seguito di presentazione delle proprie dimissioni dall’Associazione.

Il provvedimento di esclusione del Socio e/o la presa d’atto delle sue dimissioni vengono adottati dal Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta dei suoi componenti. Il giudizio del Consiglio Direttivo sull’ammissione o meno di un candidato, e/o sulla sua esclusione, è insindacabile.

QUOTA ASSOCIATIVA

Articolo 11

La quota associativa viene definita dal Consiglio Direttivo e approvata dalla Assemblea ordinaria. Il mancato versamento della quota, nei termini previsti dal precedente articolo 10, costituisce motivo di automatica perdita della condizione di Socio. La quota sociale è annuale e non è rimborsabile in caso perdita della condizione di Socio o di recesso. I Soci giovani sono esentati dal pagamento della quota annuale fino al compimento di trentacinque anni di età.

ORGANI ISTITUZIONALI

Articolo 12

Sono Organi dell’Associazione: L’Assemblea dei Soci Il Presidente del Consiglio Direttivo Il Consiglio Direttivo Il Revisore dei conti.

I compiti e le funzioni di ciascun Organo sono descritti negli articoli 11, 12, 14 e 15 dello Statuto. Sono eleggibili alle cariche suddette solo gli Associati in regola con il versamento delle quote associative.

GRATUITÀ DEGLI INCARICHI

Articolo 13

Tutti gli incarichi associativi sono a titolo gratuito. Tutte le cariche hanno durata triennale rinnovabile, salvo dimissioni e/o revoca.

ORGANISMI STRUTTURALI

Articolo 14

Per una larga partecipazione dei soci all’attività dell’Associazione, e nell’intento di promuovere un ampio spettro di contributi alla valorizzazione delle idee e della creatività dell’impegno professionale, sono operanti i seguenti Organismi strutturali e Comitati di lavoro.

ORGANISMI STRUTTURALI

Tali Organismi, nominati dal Presidente e proposti al Consiglio Direttivo, rappresentano uno strumento diretto a promuovere l’Associazione con il costante obiettivo di ampliare la sua presenza nella società, e di acquisire elementi conoscitivi di fenomeni di mutamenti sociali e culturali. Una funzione valoriale di attività dirette a promuovere, per il tramite di Studi e Ricerche, proposte di Seminari e Convegni che caratterizzano lo scopo associativo. Attualmente sono operanti i seguenti Organismi:

REFERENTI REGIONALI

Uno o più Referenti per ciascuna Regione del nostro Paese svolgono la funzione di promuovere collegamenti con Enti Morali, Culturali, Centri sociali, purché non politicizzati o partecipi di alcun tipo di confessione, al fine di stabilire occasioni di dialogo o di acquisizione di nuovi Soci.

DIPARTIMENTI

I Dipartimenti di Studio e di Ricerca hanno l’obiettivo di sviluppare un percorso conoscitivo di settori culturali e sociali mirati a definire i contorni dell’evoluzione della contemporaneità. Sono attualmente operanti i seguenti Dipartimenti: Cultura, Ricerca Scientifica, Economia e Finanza, Ambiente, Giovani e Leadership.

LEADERSHIP GIOVANILE

L’Associazione riserva rilevante attenzione alla cooptazione di Giovani interessati allo sviluppo culturale in un momento caratterizzato da fenomeni di transizione sociale e culturale post pandemia 2019, o di altre eventuali che dovessero riprodursi in futuro. A tale scopo il Consiglio Direttivo ha deliberato: – la costituzione di un Dipartimento che svilupperà attività formative e di tirocinio con la partecipazione attiva dei Giovani cooptati, – l’esenzione dal pagamento della quota associativa annuale per i Giovani ammessi all’Associazione, fino al compimento del trentacinquesimo anno di età.

COMITATI

Il Consiglio Direttivo si avvale della collaborazione di Comitati per conseguire un ampio spettro programmatico dell’attività associativa. A tale scopo il Presidente sottopone le composizioni dei Comitati alla valutazione del Consiglio Direttivo. Il Presidente è membro d’ufficio di tutti i Comitati.

COMPOSIZIONE DEI COMITATI

La composizione dei Comitati viene effettuata in base alla competenza professionale, alle richieste di partecipazione da parte dei Soci in base alle proprie preferenze culturali. Sono attualmente operanti i seguenti Comitati:

COMITATO SCIENTIFICO

Ha la funzione di suggerire al Consiglio Direttivo linee operative di Ricerca e di Studio con documentazioni e programmi per lo sviluppo dell’attività associativa in ambito culturale.

COMITATO STRATEGICO

Il Comitato elabora le indicazioni del Presidente per Progetti, Convegni, Eventi, e relative modalità operative. Il Presidente sottopone le proposte all’approvazione del Consiglio Direttivo.

COMITATO DI COORDINAMENTO CON I DISTRETTI ITALIANI DEL R.I.

Ha il compito di creare opportunità di incontro con i Governatori dei Distretti italiani.

COMITATO PER LO SVILUPPO DI RAPPORTI INTERNAZIONALI

Ha lo scopo di creare collegamenti internazionali per la creazione di strutture di promozioni per Studi e Ricerche in altri Paesi, con attività coordinate con il Centro Studi Rotariani: Valori, Cultura, Umanità”. Una possibilità di dialogo promotore di convergenze culturali a favore di una maggiore comprensione tra le genti.

COMITATO PER IL PREMIO INTERNAZIONALE TRISTANO BOLELLI

Ha lo scopo di ravvivare la memoria del Prof. Tristano Bolelli e di testimoniare sia il significato che egli ha avuto per sviluppare il Valore della Cultura nel Rotary Internazionale, in particolare nel Rotary italiano, sia la sua grande dedizione alla formazione dei Giovani.

COMITATO PER RICERCHE STORICHE DEI DISTRETTI DEL ROTARY IN ITALIA

Si propone di testimoniare, di intesa con i Governatori ed i Past Governatori dei Distretti, il Valore Culturale e Umanitario dei Distretti Italiani.

VALIDITÀ DEL REGOLAMENTO

Articolo 15

Il presente Regolamento entra in vigore dalla data di approvazione da parte dell’Assemblea dei Soci i quali, unitamente a tutti i componenti delle strutture associative, sono tenuti a conoscerlo ed a osservarlo. Pertanto, il Regolamento sarà a disposizione dei soci sia presso la segreteria dell’Associazione, sia sul sito e sulla brochure di prossima distribuzione.

Firenze, 23 Marzo 2024

 

Codice Etico

Codice Etico

Il Centro Studi Rotariani: Valori, Cultura, Umanità, svolge la propria attività in base al presente Codice Etico che tutti i Soci ed associati si impegnano ad osservare all’atto della loro ammissione.
1 – Il Centro Studi Rotariani: Valori, Cultura, Umanità (in seguito indicato come CSR) si impegna ad agire nell’osservanza delle leggi dello Stato in cui opera e delle leggi Morali che hanno consentito l’evoluzione civile dell’Uomo.
2 – Ogni Socio ed associato al CSR è tenuto ad osservare il disposto di questo Codice con comportamenti che osservino i Principi Morali e Professionali, qui prescritti, sia nei rapporti interni al CSR sia in quelli esterni con Istituzioni Pubbliche, Enti Morali, Enti Culturali pubblici e privati, nonché con qualsiasi terzo con il quale abbiano rapporti di rappresentanza del CSR o di attività privata.
3 – Il Socio e l’associato che non osservino i Principi espressi nel Codice Etico, nello Statuto e nel Regolamento del CSR, sono automaticamente dimessi a giudizio insindacabile del Consiglio Direttivo del CSR.
4 – Il CSR si impegna ad attuare una politica sana nella gestione finanziaria, efficace per il conseguimento dello scopo associativo e per l’informazione tramite i propri mezzi di comunicazione.
5 – Il CSR si impegna ad operare con integrità Morale, competenza culturale e professionale nella trasparenza della propria azione diretta alla diffusione dei Principi fondanti dell’evoluzione culturale e civile della Società.
6 – In tale intento il CSR conferisce grande rilevanza a tre componenti fondanti dell’Associazione: Valori, Cultura, Umanità che considera fonti di progresso sociale.
7 – Il CSR si impegna ad attuare una rilevante attività a favore dei Giovani, alla loro evoluzione cultural e alla loro formazione professionale, nella considerazione dei Valori tradizionali e dell’impegno umanitario.
8 – Il CSR dichiara la propria consapevolezza che il processo di evoluzione civile della Società non può prescindere dalla ferma difesa della pace internazionale tramite la diffusione di un interscambio culturale tra le genti di rispetto di ogni cultura.
9 – Tutti i Soci e gli associati del CSR sono tenuti ad osservare e diffondere i Principi morali del presente Codice Etico fondati su criteri di legalità e di correttezza nei confronti di tutte le genti.
10 – Il presente Codice Etico potrà essere modificato su iniziative del Consiglio Direttivo ratificate da una Assemblea straordinaria.

 

 

 

CENTRO STUDI ROTARIANI – Valori, Cultura, Umanità
Via Alessandro Guidoni, 12 – 50127 Firenze
www.centrostudirotariani.com
Presidenza: gmccentrostudirotariani@gmail.com
Segreteria: segreteriacentrostudirotariani@gmail.com